Inter e Juventus non mollano

Non c’è storia tra Inter e Benevento, troppe differenze, nonostante i campani stiano sorprendendo. Finalmente Eriksen sembra essersi integrato, dopo il gol della vittoria contro il Milan non torna nell’ombra, ma invece illumina il gioco con la sua esperienza e manda un segnale a Conte: sono tornato. Sara così? L’attacco fa sempre più paura, Lautaro torna al gol e Lukaku fa doppietta. Ma non sono gli unici che convincono, Barella è incredibile, combatte, smista e quando ha la palla ai piedi gioca con grande personalità e qualità. La squadra di Conte mantiene una mentalità vincente continuando a rincorrere il Milan non concedendogli un attimo di riposo. Anche la Juventus convince, 2-0 contro la Samp è il risultato migliore per prepararsi agli incontri contro l’Inter, andata e ritorno della semifinale di Coppa Italia e per strappare tre punti contro la Roma. Segnano Chiesa e Ramsey, incredibilmente Ronaldo no, sembra aver perso l’appetito nonostante lo cerchi con grande determinazione. Il vero segnale positivo per Pirlo è il ritorno di Chiellini ai suoi standard dopo aver salvato un gol su Quagliarella e non aver mai sbagliato un pallone. La mentalità vincente e la resilienza della Vecchia Signora e dei nerazzurri continuano ad assillare il Milan che non può permettersi un passo falso.

PUOI SEGUIRCI SU:

Un commento

I commenti sono chiusi.