Milan: il ritorno di Theo fa la differenza, battuto il Sassuolo

Una vittoria importantissima, ma la strada del Milan è sempre più in salita: con la Lazio mancherà anche Kessie. L’Inter, battendo lo Spezia, è ancora a meno uno.

I rossoneri battono il Sassuolo meritatamente per 2-1, dopo una partita ricca di emozioni e di sofferenza. Pronti via, in soli 6.80 secondi, gol più veloce della storia della serie A, il diavolo è in vantaggio con Leao. Troverebbe il raddoppio con Calhanoglu sette minuti dopo, ma il gol viene annullato per un fuorigioco millimetrico di Saelemaekers. Il Sassuolo dorme in difesa e in attacco non è mai presente. Infatti la squadra di Pioli sigla il 2-0 con Saelemaekers al 26’ dopo un’eccezionale sgroppata di 50 metri di Theo Hernandez.

Il risultato della partita

Nella ripresa la gara cambia. Il Sassuolo ha un’altro passo, ma il Milan, vincendo 2-0, preferisce chiudersi in difesa per poi ripartire velocemente con Theo, Leao e Calhanoglu. Nonostante l’assedio della squadra di De Zerbi il risultato rimane inviolato fino all’87’, quando su punizione Berardi pesca il jolly complice una deviazione di Hauge. È troppo tardi per cercare la rimonta. Il Milan, pur con molti assenti, batte il Sassuolo dimostrando di essere una squadra compatta e sicura dei propri mezzi. Purtroppo le preoccupazioni per Pioli non sono finite perché con la Lazio mancherà, oltre ai tre “big” (Ibra, Bennacer e Kyaer), un giocatore chiave come Kessie. A San Siro con la Lazio una sconfitta non è concessa in quanto la Juve, ma soprattutto l’Inter sono sempre più vicine alla capolista.


Trecento articoli su Notiziando

Siamo lieti di annunciare che questo è il trecentesimo articolo su Notiziando!

5 commenti

I commenti sono chiusi.